La difficile scelta di un'automobile nel 2019.

2 comments

miti
74
10 days agoBusy4 min read

automobile-1867006_1280.jpg

CC0 Creative commons - Pixabay


Un saluto a tutti,

ormai l'ho scritto nella blockchain in un post di qualche giorno fa, quindi la decisione non è più ritrattabile in quanto scolpita a fuoco in qualcosa di immutabile: entro poche settimane devo acquistare un automobile nuova.

Scherzi a parte, poco prima che il 2018 si concludesse, ho subito il furto della mia Ford Kuga che all'attivo aveva ancora pochi anni di vita sebbene di chilometri ne aveva macinati parecchi.
Ritrovata semi-distrutta e assolutamente antieconomica da riparare, ho dovuto anche tribolare parecchio con l'assicurazione per avere un risarcimento che fosse almeno lontanamente ragionevole, arrivando ad adire le vie legali per far valere i miei diritti.

E così una decisione che avrebbe visto la luce tra almeno 3 o 4 anni, cioè la sostituzione del mio mezzo di locomozione a quattro ruote, si è parata davanti alla mia strada inaspettatamente procurandomi non pochi grattacapi.

Separator.jpg

electric-690791_1280.jpg

CC0 Creative commons - Pixabay


Lo stress deriva principalmente dalla scelta del tipo di alimentazione su cui puntare nell'acquisto. Da sempre ho avuto automobili alimentate a gasolio, essendo un gran viaggiatore e percorrendo percorsi misti che esaltavano le qualità di questo tipo di motore.

Ma le notizie che arrivano dalle varie case automobilistiche che starebbero puntando meno sui propulsori a gasolio, in quanto tenerli in linea con le stringenti normative antinquinamento costerebbe parecchi soldi in investimenti, mi hanno mandato in crisi.
A guardare i listini ci si rende subito conto che non è la classica voce senza fondamento, in quanto molti produttori hanno eliminato dalla vendita le automobili alimentate a gasolio puntando su soluzioni alternative (benzina, metano, GPL o miste).

A questo si aggiunge la sempre più diffusa decisione da parte dei comuni italiani (non so come vada all'estero) di impedire l'accesso ai centri abitati alle auto alimentate a gasolio e che comunque non rispettano una determinata soglia di normativa antinquinamento.

Le automobili a gasolio continueranno ad essere prodotte per altri mercati, ma pare proprio che per quello europeo le case abbiano deciso di cambiare strada puntando su soluzioni meno inquinanti per restare in linea con le normative antinquinamento.
Concordo con questa scelta in quanto anche io avevo programmato l'acquisto di una soluzione diversa, ma non certamente nell'immediato!

Avevo pensato di attendere qualche anno per vedere che sviluppi avrebbero avuto le auto ibride o quelle elettriche, per decidere con calma su cosa puntare.
Ma in questo momento la scelta appare molto più difficile in quanto le colonnine per la ricarica delle auto elettriche qui al sud non sono molto diffuse e la tecnologia di questa tipologia di automobili appare anche alla fase primordiale, forse troppo per pensare di investirci dei soldi considerando anche l'alto prezzo di acquisto di queste automobili.

La soluzione ibrida è molto intrigante e consente di accedervi a dei prezzi più accettabili, anche se onestamente parliamo sempre di cifre molto alte se rapportate alla tipogia di auto che vorrei acquistare.
Ultima possibilità è quella di provare a sondare il terreno del noleggio a lungo termine, anche se la soluzione non mi entusiasma in quanto non sarei mai proprietario dell'auto e non mi sentirei libero di usarla come meglio credo, essendoci spesso delle clausole collegate al numero di chilometri percorsi (anche se dovrei informarmi meglio al riguardo).

Separator.jpg

electric-car-2545290_1280.png

CC0 Creative commons - Pixabay


Detto questo, potrete ben capire il mio dilemma: da una parte la necessità di acquistare l'automobile in tempi relativamente brevi (in quanto al momento mi muovo con un catorcio che mi è stato gentilmente prestato, non dietro innumerevoli raccomandazioni di farne buon uso) e dall'altra quella di scegliere un modello che possa adattarsi alle mie necessità presenti e future.

Non è assolutamente una decisione semplice, si parla di una cifra economica non trascurabile e per questo sono assalito da mille dubbi. So che ci sono cose più importanti a cui pensare, ma per me al momento rappresenta una priorità che sta comportando lunghe e stressanti considerazioni.

Voi al posto mio come vi muovereste e su quale alimentazione puntereste?

Un saluto, Carlo

Comments

Sort byBest